Mai arrendersi. E’ questo il concetto cardine di questo Lastrigiana-Signa. Perché nel momento in cui tutti avevano smesso di credere nel pareggio, con i biancorossi in vantaggio, Angelo Coppola ha inventato una magia delle sue facendo esplodere i tanti tifosi canarini giunti a “La Guardiana”. Il match ha inizio con ritmi blandi e molti contrasti, sintomo che le due squadre, entrambe in lotta per star fuori dalla zona play-out, cercano sicurezza. Al 4’ Coppola su punizione imbecca Marrani ma questo non fa sua la sfera. Quattro minuti più tardi, Tomberli cade in area e, complice un pestone, si infortuna alla mano. Mister Tortelli è infatti costretto a fare il suo primo cambio. Il Signa non gira, gli attaccanti non tengono la sfera nelle zone alte del campo e la Lastrigiana ha dalla sua una difesa compatta e solida. All’11 Strupeni, sulla ripartenza di Bianchi, difende e bene e salva i canarini. Il match si affievolisce in quanto ad emozioni dando ampi spazi ad agonismo e spintoni. Al 36’ la Lastrigiana spinge con Corradi, ma Cappelli difende bene la sua porta. Centoventi secondi dopo, Bianchi si libera dalla marcatura, alza la testa e tira. Una deviazione manda la palla sulla parte alta dalla traversa. Dall’occasione successiva nasce una punizione per i padroni di casa: Caroti la calcia, e solo la traversa salva Cappelli. La seconda frazione si apre come la precedente, il Signa non trova spazi in avanti mentre la Lastrigiana costruisce ma non sfonda. Al 54’ Coppola si incarica di battere una punizione: fuori. Al 57’ rispondono i biancorossi con Terzani che di testa manda di poco fuori. Il Signa ci prova poco dopo, Bartolozzi prova un lob su Eletti, ma la palla esce alta. Al 61’ arriva il goal della Lastrigiana: disattenzione di Dini, Bianchi viene servito e gonfia il sacco. Mister Tortelli cambia l’assetto della sua squadra fuori Pelagatti e Vezzosi, dentro Campolo e Ammannati. Così facendo Strupeni scala a centrocampo, permettendo a Coppola di avanzare. Il numero 10 canarino infatti, si prende la squadra sulle spalle e prova a cercare il pari al 75’, ma manda fuori di poco. Al 81’ è sempre il Signa a provarci, disimpegno sulla fascia destra di Vegni, Gambineri può provare a cercare la porta, ma conclude male. In pieno recupero, dopo un contrasto fra Bianchi e Ammannati in area, molto criticato dalla sponda biancorossa il Signa ha la palla match. Punizione dai trentacinque metri. Coppola si inventa una conclusione splendida che si infila tra la traversa ed Eletti facendo festeggiare tutto il Signa ed i suoi tifosi. Un pareggio che smuove poco in classifica ma che arriva in un momento importante della stagione. Nonostante la gioia finale ci sarà da lavorare nelle prossime gare per cercare maggiore cinismo e cattiveria in attacco.

Il Tabellino:

Lastrigiana: Eletti, D’Angelo, Corradi, Allori, Ulivieri, Brillanti, Terzani(83’ Sanni), Caroti, Bianchi, Vanni, Gazzarrini. A disp.: Messina, Paoli, Cordioli, Di Tommaso, Tofanari. All.: Gian Luigi Sarti.

Signa: Cappelli, Vegni, Pelagatti(66’ Campolo), Dini(80’ Bizzeti), Gabrielli, Strupeni, Vezzosi(66’ Ammannati), Bartolozzi, Tomberli(9’Gambineri), Coppola, Marrani. A disp.: Nerozzi, Ammannati, Bruni, Binetti. All.: Giovanni Tortelli

Arbitro: Giovanni Agostoni di Milano coadiuvato da Roberto Palermo di Pisa e Stefano Gioffredi di Lucca.

Reti: 61’ Bianchi, 95’ Coppola.

Ammoniti: Allori, Ulivieri, Corradi, Campolo, Coppola.

 

Cappelli 6: Poco impegnato.

Vegni 6.5: Veloce e rapido. Oggi impegnato più in difesa che in attacco ma risponde presente.

Pelagatti 6: Buona anche la sua partita. Viene poi sostituito. Dal 66’ Campolo 6: Ci mette la grinta giusta per arrivare al 90esimo.

Dini 5.5: Il cuore ce lo mette sempre. A volte pecca di superbia perdendo il pallone in fase di uscita. Dal 80’ Bizzeti n.g

Gabrielli 6.5 Regge la difesa come sempre da vero leone.

Strupeni 7 Tra i migliori in campo. Ogni falla viene da lui coperta in maniera magistrale. Bene anche quando è centrale di centrocampo.

Vezzosi 6: Prova senza infamia e senza lode da parte del 7 canarino. Dal 66’ Ammannati 6.5: riadattato a centrale difensivo non sfigura e mette in scacco gli attaccanti biancorossi.

Bartolozzi 6: Ogni tanto cerca il guizzo ma viene ben coperto.

Tomberli n.g: Infortunio alla mano con paura per il bomber canarino. Lo aspettiamo in campo. Dal 9’ Gambineri 5: Completamente perso negli schemi difensivi degli avversari. Non incide.

Coppola 8: Partito in posizione arretrata, prova a tirare la squadra in avanti. Con Strupeni a centrocampo riesce a salire trovando maggiore profondità e spazi. Poi si inventa un eurogol.

Marrani 5.5: Come Gambineri non riesce a sfondare. Ma fa qualcosina in più.

 

 

Lascia un commento