Sito Ufficiale Signa 1914 - Signa 1914

Cerca
login




Vai ai contenuti

Menu principale:

Benvenuti nel sito ufficiale della Società Sportiva Signa 1914
L'addio al calcio del capitano Balestri:
"Il Signa? Uno spogliatoio di fratelli!"

“Giovedì 15 giugno vi aspetto tutti allo Stadio del Signa per festeggiare il mio addio al calcio giocato. Sarà un momento indimenticabile e vorrei condividerlo con tutti voi, amici gialloblu, voi che negli ultimi anni siete stati per me come una famiglia”. Jacopo Balestri, classe 1975, capitano del Signa 1914 da ormai 4 anni, ha la voce rotta al solo pensiero: fra pochi giorni disputerà l’ultima partita per dire addio al campo da calcio dopo una vita dedicata al pallone, e non sarà certo un passo semplice. “Sarà dura, ma di certo non ho nessun rimpianto – racconta -. Ho raggiunto traguardi impensabili, imparato complesse lezioni di vita, incontrato una marea di persone speciali e vissuto inenarrabili soddisfazioni. A questo meraviglioso gioco devo davvero tanto”.
Balestri inizia a giocare a 8 anni e smette dopo 36 anni di carriera, con alle spalle 400 partite da professionista, di cui quasi 150 disputate in serie A. “Il 21 giugno prossimo compirò 42 anni e penso di aver chiesto l’impossibile al mio fisico. È ora di smettere – riprende, facendo un paragone che di questi tempi non può che sorgere spontaneo -. Ho un anno in più del grandissimo Francesco Totti, se ha smesso lui, che posso pretendere ancora? Totti fa parte di quella schiera di campioni incredibili che fanno storia a sé. Ci sono loro e poi ci sono i giocatori, come me e tanti altri, bravi sì, ma niente se paragonati a quei grandi eroi inarrivabili. Quindi sì, lascio anch’io, portando in me un mondo pieno di soddisfazioni. Sono grato per tutto quello che ho avuto la possibilità di vivere e di fare, grato per quello che sono oggi”.
Balestri nasce come difensore centrale, un marcatore alla “vecchia maniera”, poi viene spostato a sinistra e da quel giorno inizia a macinare chilometri e partite fino al debutto in serie A a 27 anni nello scontro Modena-Milan. “All’epoca giocavo nel Modena e i primi minuti di quella partita furono intensissimi, un’emozione da capogiro. Ma durò un istante. Perché quando ami questo gioco, qualsiasi sia l’avversario, il campo e la maglia che indossi, la magia è la medesima e si chiama divertimento. Correre col pallone ai piedi è splendido a ogni età e in qualsiasi condizione. Ci sei tu, la tua squadra e il pallone, il resto sparisce, non conta. Corri, tiri e ti diverti. Punto. E sempre sarà così”. Quindi un consiglio appassionato ai bambini di ogni età innamorati del calcio: “Divertitevi. Sempre. E questo gioco vi ripagherà di tutti i sacrifici che farete. Finché vi renderà felici continuate, perché nasconde gioie e soddisfazioni dietro ogni metro corso, dietro ogni partita che avrete la fortuna di vivere. È una scuola di vita, credeteci fino in fondo”.
Quindi il suo pensiero va al Signa 1914: “Lascio dopo 4 anni meravigliosi. Ho incontrato uno spogliatoio di fratelli, che ha fatto la differenza in campo. E nella mia vita. Se non fosse stato per loro, probabilmente avrei smesso prima. La loro forza, la voglia di farcela, l’umiltà mi hanno insegnato tanto. E che dire del mister Roberto Castorina, con il quale ho lavorato in totale sintonia? Non potevo chiudere in un modo migliore, sia umano che sportivo. Ci siamo saputi mettere in discussione, sempre, credendo fino in fondo nell’obiettivo da raggiungere”.
Ma la sua ultima partita è ancora tutta da giocare. “Gli ultimi 90 minuti della mia carriera li giocherò allo Stadio di Signa il prossimo 15 giugno con tanti amici di una vita, che verranno per festeggiare insieme a me e a tutti voi. Chi sono? – conclude Balestri -. Venite e lo scoprirete. Vi prometto che ci divertiremo, insieme, ancora una volta”.

ATTENZIONE!
Il sito è in fase di completa ristrutturazione
al momento è visibile solo la Home Page
ci scusiamo per il disservizio!
15/05/2017



La Società Signa 1914, porge le sue condoglianze alla famiglia di Oliviero Beha, Rosaria e i figli Saveria, Germana e Manfredi. Ricorderemo Oliviero come grande Fiorentino e grande professinista del giornalismo italiano.
15/05/2017



E' ufficiale il mister della prima squadra Roberto Castorina non sarà alla guida dei canarini nel prossimo campionato di Eccellenza Toscana 2017/2018.
4 anni bellissimi passati insieme, un percorso di crescita stupendo che ha permesso di togliersi grandi soddisfazioni sportive e non solo.
Un grande abbraccio da tutta la famiglia gialloblu ed un grande augurio di tante belle soddisfazioni sportive e personali.
A presto Roberto!
SIGNA IN FESTA
22 GIUGNO - 02 LUGLIO 2017
Stand gastronomici - Pizzeria - Musica - Intrattenimento per grandi e piccoli
STADIO DEL BISENZIO

Patrocinio del Comune di Signa                                                  MCL               
Abbonamenti
Banner libro Centenario
Libro Centenario

E' ora disponibile il libro del Centenario del Signa 1914, la storia del Signa e di Signa racchiusa in 400 imperdibili pagine di foto, risultati, commenti, personaggi e protagonisti storici del calcio non solo locale ma anche internazionale. Non perdete l'occasione di possedere quest'opera unica ed emozionante! Contattate la nostra Segreteria al numero 0558734521 oppure scrivete a: info@signa1914.it.

Banner ricerca sponsors
Vuoi essere nostro sponsor?

Se vuoi diventare un nostro sponsor, compila il form e sarai contattato quanto prima.

Logo sponsor Consiag
Logo sponsor Estra
 
Signa1914. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu